TELEBIELLA

Dal 1971. La storia della TV italiana passa da qui.

800px Tranvia biella oropa ponte tra favaro e oropa


INFORMAZIONI

E' iniziata l'oterazione TRENOROPA con obiettivo il recupero della tranvia Biella-Oropa ed il suo collegamento con il parco della Burcina e la città di Biella. Il progetto è dell'Associazione Trenoropa O.N.L.U.S. che potrà essere seguita su facebook.


 

bustascrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CONSIDERAZIONE di Giuliano Grizi, pretore che portò vittoriosamente il “caso telebiella” alla Corte Costituzionale:

Con il proliferare incontrollato delle Televisioni private i cui programmi segnano il trionfo della volgarità, dell’osceno, della violenza, del turpiloquio e forniscono un’informazione che, quando non è completamente falsa, è incompleta, deformata, tendenziosa, diretta a favorire interessi di parte, è legittimo porsi la domanda: “Telebiella” fu un bene o un male?

 


 

libro

Il giorno più lungo della tv italiana è stato quello che vide arrivare negli Studi di Telebiella gli  emissari del Governo per porre i sigilli al cavo della tele. Il racconto fa rivivere,attraverso le emozioni del protagonista, il lungo cammino che determinò la decisione di “spezzare”  il  monopolio della Rai. 

A quarant’anni da una libertà “condizionata”, uno sguardo alle origini.

Reperibile presso le librerie Einaudi o il sito ilmiolibro.it. Stampato per il Gruppo Editoriale l’Espresso.

In lettura presso la biblioteca di Città Studi.


 

LogoVItaglia

W L'ITAGLIA VIDEO: Peppo Sacchi: Profughi Il grande esodo.VIDEO: Peppo Sacchi: Un crimine contro l'Umanità

 

DaLeggere

DA LEGGERE

  • La Medaglia di Pertini
  • Memoria non solo per la SHOAH
  • Piazza Duomo "Un delirio di ignoranza"
  • Fuori dalla televisione
  • Amministratori biellesi

Diretta Streaming

logo diretta streaming

Archivio YouTube

logo youtube1

...anche su Facebook

logo facebook 2015

Videoteca

videoteca

Archivio Biellese

logo biellaclub 2015

Links

logo il biellese